TRENO IN CASA

Reply

Analogico e digitale insieme, è possibile??

« Older   Newer »
crazyduckrm
view post Posted on 13/4/2010, 12:52 Quote




Ciao a tutti..ho un plastico in analogico..e mi sta venendo la fregola di passare al digitale..premesso che non ci capisco nulla volevo sapere..avendo 30 locomotive e non volendo digitalizzarle tutte per ovvi motivi economici,
è possibile costruire un circuito doppio??cioè avere sia collegamenti digitali che analogici escludendo una o l'altra modalità?

Per intenderci, mantenere il plastico in analogico, montarci su il digitale e usare il sistema i digitale con le loco digitali e in analogico con le altre??Si intende non contemporaneamente.. :D

grazie per lì'aiuto
 
Top
pierluigi1954
view post Posted on 13/4/2010, 13:25 Quote




Certo, i due cavi dei binari li stacchi dal trafo e li metti sulla centrale e fai andare le loco in digitale, viceversa quando hai i cavi sul trafo fai andare le digitali e le analogiche sempre che il decoder abbia la funzione per funzionare in analogico ma ormai l'hanno quasi tutti.
ATTENZIONE, non puoi fare andare le analogiche sul digitale pena la fottuta del motore e/o il pcb.

Ciao
 
Top
crazyduckrm
view post Posted on 13/4/2010, 14:40 Quote




avendo 4 trasformatori, nel digitale i gli 8 cavi vanno messi tutti insieme nella centralina?
 
PM  Top
pierluigi1954
view post Posted on 13/4/2010, 15:16 Quote




4 Trasformatori significa che hai 4 circuiti indipendenti? Se la risposta fosse affermativa mettili pure tutti insieme.
 
PM  Top
sma835_47
view post Posted on 13/4/2010, 17:18 Quote




Unico modo per realizzare quello che tu dici è utilizzare il sistema "Cab Control"; questo sistema era molto in voga tanti anni fa, soprattutto negli USA dove i plastici hanno una dimensione maggiore dei nostri. In pratica il sistema (usato in analogico) prevede di dividere, mediante sezionamento su entrambi le rotaie, tutto il plastico in un certo numero di zone o di tratte di una certa consistenza ed alimentare ciascuna di queste dai vari alimentatori tramite dei commutatori rotativi in modo da poter scegliere i vari alimentatori. Per esempio un operatore parte con il suo treno dalla stazione usando l'alimentatore 1 e prima di lasciare la zona stazione ed entrare nella successiva, commuta anche la successiva sull'alimentatore 1 e via così. Quindi procede via via commutando sull'alimentatore 1 tutte le tratte o le sezioni che deve andare ad occupare. Un altro operatore utilizza, per esempio, l'alimentatore 2 e opera nello stesso modo. Il sistema di per sè è semplice, ma se si vuole evitare problemi occorre programmare anche un sistema di controllo in modo che non si commutino zone che sono impegnate da altri.
Utilizzando questa tecnica, nulla impedisce che uno degli alimentatori sia DCC per comandare le loco DCC.
Ciao
 
Top
crazyduckrm
view post Posted on 19/4/2010, 22:21 Quote




ok..ho trovato un mio amico che mi potrebbe vendere il multimaus Roco..domanda da principiante:
Ma per ogni vagone illuminato,carro con le luci di coda ecc ho bisogno di un decoder??
 
PM  Top
pierluigi1954
view post Posted on 20/4/2010, 03:25 Quote




No non necessariamente, puoi prendere la tensione dai binari con un piccolo circuitino che trovi qui:
http://trenoincasa.forumfree.it/?t=39758266&st=255
Se hai voglia leggiti tutto il post, è interessante.
Per le luci di coda puoi farlo a batteria ne ho postato uno tempo fa, con una batteria da 1,5 volt dura un anno e mezzo, senza diventare matto a fare connessioni varia, se ti interessa lo cerco.
Trovato:
http://trenoincasa.forumfree.it/?t=36526766&st=60

Ciao
 
PM  Top
rullone85
view post Posted on 23/10/2010, 22:50 Quote




Buongiorno a tutti, sono nuovo di questo forum ed anche del mondo del modellismo ferroviario, nonostante mi interesso di ferrovie da parecchi anni.
Dal momento che sto progettando il mio plastico ferroviario e non volendo tralasciare l'affascinante (ma complicato) mondo dell'analogico, volevo progettare il plastico con un funzionamento misto (trazione DCC e analogico e segnalazione e scambi in analogico). Volevo sapere se partendo da un plastico nuovo ci sono delle procedure per realizzare quando da me descritto oppure se posso attenermi a quanto detto da voi prima.
Anche perchè su alcuni articoli ho letto che per passare da analogico a DCC è si possibile cambiare l'alimentatore, ma nel circuito di binario non deve essere presente nessun dispositivo elettronico (quindi diodi o rele per i classici controlli in analogico della velocità o bloccchi per segnali).
Attendo vostre risposte e soprattutto consigli e scusate se ho errato qualcosa.
 
Top
roy67
view post Posted on 24/10/2010, 00:28 Quote




CITAZIONE (rullone85 @ 23/10/2010, 22:50)
Buongiorno a tutti, sono nuovo di questo forum ed anche del mondo del modellismo ferroviario, nonostante mi interesso di ferrovie da parecchi anni.
Dal momento che sto progettando il mio plastico ferroviario e non volendo tralasciare l'affascinante (ma complicato) mondo dell'analogico, volevo progettare il plastico con un funzionamento misto (trazione DCC e analogico e segnalazione e scambi in analogico). Volevo sapere se partendo da un plastico nuovo ci sono delle procedure per realizzare quando da me descritto oppure se posso attenermi a quanto detto da voi prima.
Anche perchè su alcuni articoli ho letto che per passare da analogico a DCC è si possibile cambiare l'alimentatore, ma nel circuito di binario non deve essere presente nessun dispositivo elettronico (quindi diodi o rele per i classici controlli in analogico della velocità o bloccchi per segnali).
Attendo vostre risposte e soprattutto consigli e scusate se ho errato qualcosa.

Infatti. In DCC ogni diodo o rele collegati ai binari vuole eliminato. I comandi li esegui dalla centrale di comando DCC.
Contemporaneamente non potranno coesistere locomotive analogiche e digitali se non su diversi binari sezionati fra loro. E' un ottima idea quella di sma835_47.
 
Top
view post Posted on 30/5/2011, 14:39 Quote

Smistatore

Group:
Member
Posts:
159

Status:


scusate ma non mi è chiara una cosa: è possibile utilizzare entrambi i sistemi,analogico e digitale nel seguente modo:vorrei far funzionare la stazione nascosta in analogico e tutto il resto in digitale, usando tutte loco digitale.è possibile?
grazie ciao
 
PM Email  Top
pierluigi1954
view post Posted on 30/5/2011, 15:55 Quote




No! Il problema è quando passi da una tratta all'altra comandata da diverse tensioni.....e i decoder che comportamento avranno?
Lascia perdere, poi a quale pro?

Ciao
 
PM  Top
view post Posted on 30/5/2011, 16:00 Quote

Smistatore

Group:
Member
Posts:
159

Status:


siccome ho letto che fare dei sezionamenti con interruttore su un binario digitale porta dei danni ai decoder o alle loco,non ricordo bene, come posso far fermare i treni nei vari binari della stazione? posso mettere un reed che mi diche quando il treno ha liberato lo scambio e fermarlo con il telecomando ma poi come faccio a ricordare dove sono fermi i vari treni nei binari se non riesco a vedere la stazione?nn so se mi sono spiegato...
 
PM Email  Top
roy67
view post Posted on 30/5/2011, 17:31 Quote




I sistemi per lo "stoccaggio" dei convogli nella stazione nascosta possono essere tanti.

Io uso un doppio sistema a IR (raggi infrarossi) ed a reed.
Il sitema a IR controlla la presenza del convoglio sul binario, quindi ho, sul pannello di controllo, la spia di binario libero/occupato. C'è una discussione su tale circuito e come costruirlo. Questa: http://trenoincasa.forumfree.it/?t=22072968

I reed comandano l'itinerario deviando il convoglio in arrivo automaticamente sul binario libero.
Il sistema prevede anche il funzionamento manuale tramite selettore escludendo il sistema reed.
 
PM  Top
saverD445
view post Posted on 2/6/2011, 16:00 Quote




Ciao a tutti..
:) dunque mi ricollego a questa discussione per avere un piccolo chiarimento
Premesso che il mio costruendo plastico sarà gestito per la parte locomotive esclusivamente in digitale e il segnalamento tutto in analogico.
Detto questo passiamo hai fatti,dunque il livello "0" sarà costituito da una stazione nascosta e da una stazione di transito,siccome ho ordinato il set iniziale analogico di roco,D 214 piu' due carri merci,piu' che altro l'aquisto è dettato dalla voglia di avere un trafo analogico in quanto non ne possiedo piu' se non un vecchio lima di almeno 30anni fà ma non in grado di funzionare,
questa mattina mi balenava l'idea,se fosse possibile,di collegare sulla linea esterna"ovale di prove"anche il trasformatore analogico e se sezionando sia la stazione nascosta sia la stazione di transito fosse possibile avere il punto a punto sempre in digitale,stazione di testa a stazione transito e utilizare il circuito esterno come prove di locomotive senza decoder e magari qualche vecchia lima che son deccenni ferme.

Altra cosa,non avendo mai fatto sezionamenti l'unica cosa che ho capito è che dovrei mettere dei giunti isolanti tra i deviatoi di stazione e non far toccare tra loro le rotaie e poi avere degli interrutori che mi comutano la linea esterna da digitale ad analogico lasciando il resto in digitale.
E' cosi ?
Sarei grato se mi daste conferma al mio ragionamento,se è stato semplice da leggere, o se ce qualcosa che non ho capito. :teston:

Ciao Valerio
 
Top
roy67
view post Posted on 2/6/2011, 16:34 Quote




Se i due impianti, analogico e digitale, per nessun motivo entrano in contatto fra loro si può fare.
Devi però sezionare ogni punto che li possa mettere in comune. Ma devi essere sicuro di questo. Il rischio è di "friggere" le loco non digitalizzate.
 
PM  Top
23 replies since 13/4/2010, 12:52
 
Reply